L’AMORE IN CUCINA di ISABELLA

TORTA DI MELE E RICOTTA

a modo di nonna Teresa

Ho ritrovato quel foglio coi tuoi appunti tra le pagine 664 e 665, tra la torta delizia e la deliziosa di mele. Passerei ore tra scaffali pieni di ricettari ma la realtà è che non ne ho mai trovato uno che contenga almeno la metà dei profumi che sprigiona il tuo vecchio libro di ricette. 

Perché le pagine portano le macchie di caffè e cacao, non pretendono di rimanere giovani, né di mascherare gli stropicci. Gli angoli delle pagine sono ricamati dalle ombre delle tue mani, che ricordo illuminate da anelli appariscenti e bracciali esagerati e vagamente kitsch, quel che bastava per renderti così, così come ti ho sempre vista. 

Spolvero gelosamente ciò che è rimasto, spio i tuoi appunti, li prendo come consigli, quasi come se tu potessi ancora darmene. Quasi come se le tue mani potessero ancora prepararmi, con quell’amore prezioso, la merenda. 

Oggi, ogni volta che ho voglia di avvolgermi in quei ricordi, accendo il forno e inizio a sbucciare una mela, quella che serve per la tua torta di mele e ricotta, sperando di metterci almeno un terzo di quell’amore che ci mettevi tu.

INGREDIENTI per 4 persone:

250 gr. di farina

170 gr. di burro

100 gr. di zucchero di canna integrale

quattro uova

250 gr. di ricotta

una grossa mela

una presa di sale

un limone 

Mettete la farina a fontana sulla spianatoia, incorporatevi 125 gr. di burro, 80 gr. di zucchero, un uovo intero, un tuorlo, il sale e impastate tutto velocemente, facendo una pasta frolla che lascerete riposare per un’ora almeno in frigorifero.

Nel frattempo passate al setaccio la ricotta, incorporatevi i due tuorli, il rimanente zucchero, 30 gr di burro fuso, quindi montate il composto con un cucchiaio di legno, in modo da renderlo cremoso.

Sbucciate la mela e tagliatela in tante fette sottili che lascerete macerare per mezz’ora nel succo di limone. 

Riprendete la pasta frolla, stendetela in un disco non troppo sottile, rivestite il fondo e le parti di uno stampo da crostata imburrato. Ricoprite la pasta con il composto di ricotta livellandolo bene e su questo mettete a corona le fettine di mela. Ripiegate la pasta in eccesso intorno al bordo, facendo un cordoncino che pizzicherete con la punta delle dita. Ponete la torta in forno già caldo e fatela cuocere per 40 minuti circa. 

 

ISABELLA POGGI

Romagnola senza accento. Amo il buon cibo e il buon vino, il profumo dei fiori e il sapore dei viaggi.

Ho una laurea in Lingue e un Master in Cultura del Cibo e del Vino. Aspirante Sommelier con il naso nel calice, e il libro del grande Soldati in una mano, sono una libera professionista che comunica storie di sapori e di idee visionarie. Orgogliosamente convinta che il Made in Italy vada protetto e narrato, curo un blog personale Taste And Shake, che è un contenitore di passioni e momenti di vita. Mi piace sognare in grande, Gipsy Garden è il mio marchio registrato, un market dall’anima gitana, un po’ come la mia. 

 

Nonna Teresa’s Apple and Ricotta Pie

I found that piece of paper with your notes between pages 664 and 665, between “Torta Delizia” and “Deliziosa di mele”.

I’d spend hours in front of shelves full of cooking books, but the truth is I’ve never found one that contained even half of the fragrances that your old recipe book can give off. Because the pages have coffee and cocoa stains on them, they don’t expect to stay young, nor to mask their blemishes. The corners of each page were embroidered by the shadows of your hands. I remember the flashy rings and the excessive, vaguely kitsch bracelets casting light on them. That’s how I’ve always seen you.

I jealously dust what’s left, I peek at your notes, I take them as advice, almost as if you could still give them to me. Almost as if your hands could still prepare my afternoon snack, with that precious love.

Today, every time I want to get lost in those memories, I turn the oven on and I start peeling an apple, the one that I need to make your apple and Ricotta Pie, hoping to infuse in it at least a third of the love you used to make it.

Ingredients for 4 people:

250 g Flour

170 g Butter

100 g Unrefined Cane Sugar

4 Eggs

250g Ricotta (Cottage cheese)

1 Large Apple

1 Pinch of Salt

1 Lemon
Make a flour fountain on your counter, add 125g of butter, 80g of sugar, one whole egg, one yolk, the salt and rapidly knead everything together, making a short pastry that you’ll let rest in the fridge for at least one hour.

In the meantime, sift the Ricotta, combine the two eggs, the remaining sugar, 30g of melted butter, then whip the mixture with a wooden spoon, creating a creamy consistency.

Peel the apple and cut into thin slices and let them marinate in lemon juice for half an hour.

Take out the short pastry, roll it out in a disc and lay it into a greased pie pan. Cover the pastry with the Ricotta mixture, level it well before laying the slices of apple on it, creating a crown.

Cut the excess pastry around the pan and create a ribbon that you’ll pinch with the tips of your fingers.

Place the pie in the pre-heated oven and let it bake for about 40 minutes.
ISABELLA POGGI

I’m from Romagna but I don’t have an accent. I love good food and good wine, the smell of flowers and the taste of traveling.

I have a Foreign Languages degree and a Master’s in Food and Wine Culture. I’m an aspiring sommelier with my nose in the glass and Soldati’s book in one hand. I’m a freelancer creating stories of flavors and visionary ideas.

I’m proudly convinced that Made In Italy should be defended and narrated. I curate a personal blog called Taste And Shake, which is a collection of passions and moments of my life. I like dreaming big, Gipsy Garden is my trademark, a market with a gitane soul, somewhat like mine.

 

by ISABELLA POGGI

Eng Version by MATTEO PIANTONI


INSTAGRAM
KNOW US BETTER
Please Add Widget from here