READING

Sisters, mothers…that’s life

Sisters, mothers…that’s life

La vita cambia, e così anche i suoi ruoli.
Lo raccontano Margherita e Teresa Maccapani Missoni.
Fra ricordi, sogni e vita quotidiana, emergono le emozioni di giovani (e normali) madri con una base incorruttibile: la famiglia.

“Sai bene quanto me qual è il valore dell’affetto di una sorella: non c’è nulla di simile in questo mondo” spiegava Charlotte Brontë, scrittrice inglese nonché parte del celebre trio di victorian sisters romanziere. Ma se sorelle si nasce, madri si diventa: accade così di trovarsi in quest’avventura (quasi) nello stesso periodo di vita. Come capitato a Margherita e Teresa Missoni (figlie di Angela e nipoti di Rosita Missoni) rispettivamente 34 e 29 anni. La prima madre di Otto, quasi 4 anni e di Augusto, 2 anni.

Recentemente seguita da Teresa con la nascita del piccolo Zeno, di appena 3 mesi.

Con un pizzico di curiosità, il nostro gioco di domande incrociate a Margherita e Teresa diventa naturale per sondare gli aspetti di un confronto importante, denso di timori e gioie come quello della maternità. Qui intrecciato al raffronto altrettanto spontaneo di una vita vissuta fra sorelle, nella famiglia unitissima di casa Missoni. Arricchita negli ultimi anni da queste nuove, piccole promesse.

La vostra è una dinastia: qualche ricordo d’infanzia che diventerà parte di futuri racconti ai vostri figli?

Margherita Ricordi di colori e profumi. Come raccogliere le insalate selvatiche con la nonna, i mesi di giugno al lido di Venezia, le settimane bianche con i cugini, giocare con le macchinine sulle scale de La Scala… e poi pomeriggi in atelier, divertendoci con gli scarti di stoffe trafugati dai cestini.

Teresa Ripenso soprattutto alle estati passate in Sardegna, fra pomeriggi movimentati giocando a guardie, ma anche con attività manuali come il Tie-dye. Alternati a giornate in barca con lo zio e poi fughe dalla finestra, per raggiungere altri amici. Rivedo ancora la Croazia con i nonni, tutti insieme per dipingere sassi o raccogliere conchiglie con il buco, con cui decorare costumi!

Valori, sentimenti e ideali che vi sono stati trasmessi, e che vorreste trasmettere a loro?

Margherita Non posso che esprimermi con un ossimoro: quello delle radici e della libertà. Ho sempre pensato che nella ricerca dell’equilibrio tra questi opposti risieda la vera serenità.

Teresa La famiglia viene prima di tutto. Per aiutarli a costruire e vivere con un forte senso di appartenenza, tenendo alta l’importanza dell’umiltà e della libertà.

Come descrivereste la gioia dell’essere madre?

Margherita È come un’illuminazione nel cammino della vita, un momento nel quale tutto inizia ad avere un senso.

Teresa Con tutti i colori dell’arcobaleno, trasformati in un amore immenso.

Come spesso accade, qual è stato un timore ricorrente durante la gravidanza?

Margherita Ho pensato di avere tutte le malattie del mondo. Non smettevo di fare esami, alternavo costantemente assurde crisi isteriche!

Teresa Forse troppi per essere elencati, ma soprattutto la paura di non essere in grado, di non saper essere – e diventare – madre… svanita nell’attimo in cui è nato Zeno.

Come descrivereste i cambiamenti avvenuti nella vostra vita con la maternità?

Margherita Quando ero incinta del mio secondo bambino, Augusto, ho deciso di lasciare il ruolo che ricoprivo all’interno dell’azienda per una nuova avventura lavorativa, quella della mia linea d’abbigliamento per bambini, Margherita Kids. Ho così scelto di mettere al primo posto la qualità della vita. Mi è servito molto coraggio, che forse non avrei avuto prima di diventare mamma.

Teresa Lo definirei come un semplice, immediato cambio di priorità. Ora ne ho una sola, e tutto il resto passa in secondo piano.

Il legame fra donne nella vostra famiglia è indelebile. Siete sempre vicine l’una all’altra?

Margherita Siamo una squadra: ognuna con le sue qualità e i suoi difetti compensa le altre, insieme siamo molto più forti. I dolori e le gioie sono condivisi, se una di noi è in difficoltà, diventiamo leonesse.

Teresa È un legame forte. Siamo molto unite, ci supportiamo (e sopportiamo!) in tutto e per tutto, i loro consigli sono fondamentali. Sapere che ci sono mi fa sentire più forte, senza di loro mi sentirei persa.

Un viaggio che vorreste fare con loro?

Margherita Un movimentato coast-to-coast in camper… e una lunga serie di viaggi simili a seguire!

Teresa Ancora nessun piano, con loro girerei semplicemente il mondo intero.

Un lato del vostro carattere che è cambiato con la maternità?

Margherita Sono diventata molto più calma e paziente. Ma anche molto più sicura di me stessa quando devo prendere delle decisioni, e nel mio approccio verso la vita.

Teresa Mi sento (e sono) molto meno lunatica.

L’acquisto più originale fatto per loro?

Margherita Non fashion, ma legato alla loro salute, ripenso alle consegne settimanali di latte d’asina dai loro 6 mesi, appena smesso di allattare.

Teresa Davvero buffi, dei piccoli stivali da cow boy lavorati a crochet.

Guardando al futuro, come pensate di accompagnarli nelle loro scelte e passioni?

Margherita Cercherò di esporli alla varietà e alle diversità del mondo, ma soprattutto di ascoltarli profondamente.

Teresa Per ora penso solo a poppate e pannolini… ma vorrei cercare di assecondare le inclinazioni di Zeno senza impormi.


INSTAGRAM
KNOW US BETTER
Please Add Widget from here